Di Chiara Casalini

Biografia

Chiara Casalini lavora come grafica e ha fondato, in passato, una band metal di cui è stata voce e songwriter, i Wild Angel (1998-2013).
Nel 2012, ha pubblicato con Loquendo Editrice “Scarlet – Morire per vivere”, e l’anno successivo “Scacco al re”, presentato a Lucca Comics & Games. Nel 2017 ha pubblicato in self-publishing “L’ultima sfida”, ultimo capitolo della trilogia di Scarlet.
Cresciuta nell’ambito della stregheria locale contadina, a 16 anni ha iniziato un percorso nello studio dell’esoterismo. Nel 2005, è stata introdotta all’arte marziale tradizionale giapponese, finché nel 2011 ha ripreso gli studi sulla tradizione norrena-vichinga, insieme al culto delle rune e dello sciamanesimo-guerriero, di cui scrive sul sito “Negli occhi del Drago”.

Sinossi

Cleo si sveglia in preda a un attacco d’ansia, e le occorre un po’ per realizzare di essere in una camera d’albergo con Sebastian, un ragazzo incontrato in un locale.Quella notte di passione, insieme alle prime rivelazioni del giovane, segnano per lei l’inizio di una nuova vita. Dovrà affrontare il suo doloroso passato, fatto di violenza e meschinità, per aprirsi a un incredibile segreto: Sebastian è infatti un licantropo. Superati sconcerto e paura, Cleo si appassiona al calore di una nuova famiglia, scoprendo il legame con la Natura. Di nuovo, il passato di Cleo torna a tormentarla, ma la ragazza viene a conoscenza delle sue vere origini norvegesi, radicate in uno dei branchi di lupi più antichi e puri. Cleo e Sebastian partono allora per la Scandinavia, culla dello sciamanesimo. Marchiata a fuoco sulla schiena durante la sua iniziazione, Cleo si trasforma solo in parte, tra le braccia del vero padre biologico, che le dà una terribile notizia: lei è di sangue misto, e non può essere accettata dal branco. Eppure, Cleo si affida alla saggezza delle rune e all’amore per Sebastian, trovando la sua strada.

Recensioni

Cuore di lupo è un Fantasy affascinante! Nasce da una situazione ordinaria per sfociare delicatamente nel Fantasy, con un retrogusto di favola. Lo stile è pulito è molto essenziale, come è favoloso il modo in cui durante la storia l’autrice dipana usanze e il mondo dei suoi lupi. È stata una lettura davvero piacevole, a tratti sorprendente, mai scontata! È esattamente il libro da leggere sotto Natale, pieno di buoni propositi che demoliscono coi fatti ogni ombra.