Biografia

Sono nata in Puglia, nel 1979. Una buona annata, come diceva sempre mia nonna. Ho capito subito la potenziale forza di un libro, la bellezza di immergersi in un mondo fantastico e nuovo, dove condividere con i mille personaggi tutte le loro avventure e ben presto ho iniziato a scrivere le mie prime, piccole storie.
Ho frequentato il liceo classico e credo che i grandi classici latini e greci mi siano rimasti dentro, diventando una parte profonda di me. Successivamente ho intrapreso una carriera scolastica meno artistica e molto più pratica e tuttavia devo ammettere che l’insieme delle due formazioni, ha creato un mix di stile originale.
Quest’anno sono ufficialmente entrata negli ‘anta’ ed è stata una bella sensazione. Ho scoperto una nuova giovinezza, ma più matura e responsabile. Ho realizzato molti dei miei obbiettivi lavorativi e familiari e sono tornata ad occuparmi di più di me stessa, dei miei hobby e delle mie passioni, soprattutto la scrittura.

Sinossi

Polvere di cacao” è il primo capitolo di una trilogia intitolata “Sono come mia madre”, che nasce con uno scopo ben preciso: raccontare il divario tra generazioni differenti e tutta l’ipocrisia che spesso si nasconde dietro l’educazione che la prima impartisce sulla seconda.
Questo primo capitolo è dedicato a Cristina, secondogenita di una donna cresciuta durante la seconda guerra mondiale e succube per troppo tempo del severo giudizio di sua madre. Costruito intorno alla storia d’amore tra lei e il pasticcere, il romanzo evidenzia la necessità di Cristina di lasciare le proprie radici per poter davvero crescere.

Recensione

Libro dallo stile fresco, affascinante, impetuoso. Una storia di riscatto che subito ti prende e trascina in un turbine di fatti e sentimenti contrastanti, fino a fare letteralmente il tifo per il lieto fine. Parte dalla ricerca del riscatto, giunge all’accontentarsi per non perdere il poco, ed evolve ed esplode di nuovo con piu colpi di scena. Ben scritto, 325 pagine e sei ore ben spese. Consigliatissimo!