” Dopo che le fiamme si saranno spente, mi rialzerò dalle ceneri, scrollando dalla pelle ogni ricordo, avanzerò nell‘indifferenza, e nella solitudine ritroverò la mia strada”

Damiano Darko – Mary Cannata

Estratti
Bastava stargli vicino, sfiorarlo appena, perché il mio freddo cuore, gelato dagli eventi del passato e da un insignificante presente, si scaldasse. Avevo paura di spegnere la ragione ed abbandonarmi all’istinto. Avevo paura di soffrire cedendo al sentimento più bello e crudele che l’essere umano avesse mai provato: l’amore.

Oggi parliamo di loro, di Mary, Damiano e la loro opera. Prima di lasciarvi la mia recensione come blogger infatti, intendo presentarveli.

IL LIBRO

TITOLO: Soul On Fire
AUTORI: Damiano Darko – Mary Cannata
EDITORE: Self Publishing
GENERE: Romanzo Rosa
PAGINE: 162
VOLUME: autoconclusivo
PREZZO: 0,99 e-book. 10,00 euro cartaceo
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 luglio 2019

LA TRAMA

Una tempesta viaggia veloce attraverso il Far West, portando con sé nuvole cariche di rivalsa.
Thunder è il fulmine che sta per abbattersi sulla piccola città di Paradise Town, pronto a scatenare l’inferno dove il suo ebbe inizio anni fa.
Ma sul cammino fatto di piombo e sangue, il destino metterà un fiore di rara bellezza di nome Annie, e con lei un vento di passione a squarciare il grigio cielo che oscura il suo cuore.
La sua anima in fiamme arderà d’amore o di vendetta.

LE BIOGRAFIE

Damiano Darko

Salve! Sono Damiano Darko e scrivo da diversi anni. Ma prima di essere uno scrittore, mi reputo un lettore con una passione non indifferente verso le belle storie. Il mio primo romanzo è stato Sfumature della Notte, con cui debuttai nel 2017, e doveva essere una storia conclusiva. Dopo però ho voluto dare una svolta al finale, donando una evoluzione significativa ai personaggi e quindi ho pubblicato Sfumature dell’Alba, ovvero concludendo il tutto in una duologia. Come romanzi possono essere collocati nel dark romance, con sfumature di rosa e giallo. Mi sono anche messo alla prova con la pubblicazione di un racconto erotico intitolato Il Lato Ambiguo della Notte.
Ma la mia soddisfazione più grande ha un nome: Soul on Fire, romanzo scritto a quattro mani con la mia grande amica e blogger Mary Cannata. Il tutto è nato come quelle cose che due amici progettano così, ma siamo riusciti a mettere su carta quello che volevamo, ovvero un romanzo che tratta non solo la storia ed il rosa, ma che ha uno spirito di mistero e un cuore ricco di humor e azione.

(Come da desiderio dell’autore, su ogni titolo citato nella sua biografia ci sono i link diretti per permettervi di curiosare).

Mary Cannata

Salve, sono Mary Cannata, siciliana doc follemente innamorata della mia isola, stregata dai suoi caldi baci di sole e dalla musica cristallina del suo mare.
Moglie e mamma di due maschiacci. Tuttologa presso studio di progettazione.
Affetta da “libromania”, malattia dalla quale non intendo guarire.
Non leggo libri, li divoro. Adoro le parole e mi innamoro di chi mi lascia senza.
Un Libro è per me gioiello prezioso che profuma di sentimento e regala emozioni


Nel 2018 ha inizio la mia collaborazione con Damiano Darko, grande amico e talentuoso scrittore. Da questa meravigliosa avventura letteraria nasce, nell’agosto del 2019, Soul on Fire. Una storia avvincente che racchiude amore, odio, passione, vendetta tra le sconfinate e misteriose terre del Far West.
La scrittrice che è in me ama volare oltre l’orizzonte, su ali di carta sfumate d’inchiostro, alla ricerca di emozioni che spera di condividere con i suoi lettori.

Intervista

  • Quando avete iniziato a scrivere?

D. “Ho iniziato a scrivere seriamente nel dicembre 2014”.

M. “Io mi definisco una matura scrittrice e una acerba scrittrice”😅

  • Quanto tempo dedichi alla scrittura?

D. “Nei periodi in cui scrivo, dedico una mezz’ora all’incirca a notte.”

M. “Non ho un tempo prestabilito, dipende dal momento, dall’ispirazione.”

  • Quanto ha influito il contesto sociale in cui sei cresciuta su quello di cui scrivi?

D. “Il contesto sociale credo che influisca sempre abbastanza, anche se la scrittura ci permette di crearci mondi tutti nostri.”

M. “L’amore per la lettura che mi è stato trasmesso da mamma ha sicuramente contribuito ad alimentare la voglia di mettere su carta le emozioni.”

  • Quanto di te c’è in cui di cui scrivi?

D. “Un buon 50%!”

M. “Quando scrivi inevitabilmente doni parte di te al lettore.”

  • Come vivi l’inizio, quando il tuo libro nasce, e la fine?

D. “Amo tantissimo leggere e sono felice ogni volta che ho il tempo per farlo!”

M. “SOUL ON FIRE è il mio primo romanzo. Ho vissuto a pieno tutte le fasi di questo mio cucciolo di carta.”

  • Quanto ami leggere? Genere e autore preferito? Quanto influiscono le tue letture sul tuo stile come autore?

D. “Adoro molto Joe R. Lansdale e Neil Gaiman.”

M. “adoro leggere, divoro libri😊
Preferisco i gialli. Tanti gli autori che negli anni ho amato: A. Christie, M.C.Higgins, j. Moyes ,Lacberg…
Leggo molti autori self .
Avrei voluto scrivere jane Eyre ma lo ha scritto la C.Bronte”😉

  • A chi hai fatto leggere per primo/a il tuo testo?

D. “Sicuramente le mie editor sono sempre le prime a leggerlo.”

M. “Mia madre è stata la mia prima lettrice.”

  • C’è qualcuno che vuoi ringraziare come sostegno della tua opera? Progetti per il futuro?

D. “Ringrazio Mary Cannata per avermi donato la sua forza e voglia di scrivere e attualmente abbiamo già iniziato un nuovo romanzo a 4 mani.”

M. ” Damiano DARKO , senza di lui non avrei mai iniziato questa avventura, e non vedo l’ora di iniziare il nuovo romanzo a quattro mani con Damiano!”

LA RECENSIONE

La prima cosa che mi ha colpito di questo scritto è stata la visione con cui mi ha approcciato come lettrice, se da un lato tutto lo scritto è semplice, essenziale e diretto, tuttavia ha un che di poetico. Questo stile, visibile in entrambi gli autori, ognuno con il proprio sguardo, arricchisce le descrizioni con il carattere dei personaggi e il loro approccio a ciò che vivono, senza mai appesantire la narrazione. Cosa che ho apprezzato moltissimo.

Altra cosa che mi è piaciuta, è stata la struttura dei capitoli, uno dedicato al protagonista maschile e l’altro alla protagonista femminile. Di per sé sarebbe uno standard, non fosse che i capitoli echeggiano e si rispondono, e talvolta danno l’idea di una corrispondenza o un diario che si fermano in un punto, e poi echeggia nell’inizio dell’altro. Anche qui, la semplicità è disarmante e piacevole.

Ho apprezzato infine come una storia di per sé semplice, è stata riempita di passione, quella per la scrittura, per la storia in sé. Si sente tra le righe. Nel complesso mi è piaciuto, e lo consiglio!